In primo piano Altre news Parlano di noi Foto Video PROCESSO PFAS

In primo piano

22/02/2024

Lettera del Segretario Generale CISL Vicenza ai Deputati e Senatori eletti nel territorio


Ufficio Segreteria
Vicenza, 22 febbraio 2024
Prot. 07. 22.02.2024 RC_sg

Oggetto: SICUREZZA SUL LAVORO E CARENZA DI PERSONALE: NEL VICENTINO E’ EMERGENZA.

Agli ELETTI
della Regione del Veneto
della Provincia di Vicenza
di
Camera del Senato
Camera dei Deputati

Carissime/i Senatrici e Senatori, Deputate e deputati,

definire un’emergenza l’odioso e inaccettabile fenomeno delle Morti sul Lavoro rischia di diventare un mero esercizio di retorica rispolverato solo in occasione di eventi tragici che coinvolgono più lavoratori, quelli che tecnicamente vengono definiti Incidenti Plurimi come avvenuto di recente a Firenze, quando invece si dovrebbe parlare oramai di Tragica Normalità.

Il tema della sicurezza sul lavoro va affrontato pragmaticamente al di là di ogni legittima protesta e per questo come Cisl Vicenza abbiamo scelto di denunciare una situazione insostenibile che, in particolare nella nostra Provincia, sta mettendo a rischio la sicurezza dei lavoratori:

È diventata un’emergenza assoluta la carenza di personale che da anni interessa di fatto tutti gli Enti che hanno competenze direttamente o indirettamente in materia di sicurezza sul lavoro, a partire dall’Ispettorato del Lavoro ITL dove si contano 6 ispettori tecnici su una dotazione organica di 34, questo a fronte dell’ampliamento delle competenze dell’istituto allargata anche all’attività di vigilanza sull’applicazione della legislazione in materia di salute e sicurezza.

Per gli altri enti, di cui non richiamiamo le competenze rimandandoVi alla lettura del comunicato allegato, la situazione è la seguente:

  • all’Inail in 10 anni il numero di ispettori in Veneto è calato da 40 a 13, di cui 3 per la provincia di Vicenza;
  • nell’INPS a livello regionale sono presenti 28 ispettori (nel 2016 erano 86) 3 dei quali impegnati in provincia;
  • allo Spisal dell’Ulss 8 la dotazione teorica di 11 tecnici della prevenzione, tenuto conto di Part Time destinazione ad altri incarichi e assenze dal servizio per motivi personali, la copertura reale è pari a 5 full time equivalenti mentre allo Spisal dell’Ulss 7 sono presenti 9 tecnici su 12 e 1 medico sui 4 previsti.

Con questi numeri non solo viene a mancare la funzione deterrente delle norme, considerato che con questi numeri una azienda potrebbe essere oggetto di ispezione una volta ogni 14 anni quando l’età media delle stesse in  uno dei settori maggiormente a rischio quale l’edilizia è di 5 anni, ma risulta anche impensabile attuare una vera azione di prevenzione dei fenomeni oltre che a Vanificare le eventuali segnalazioni di inadempienze e/o carenze che i Lavoratori, gli Rls o Rlst ed il Sindacato inoltrano agli stessi enti.

Non meno importante è segnalare la carenza di Medici del Lavoro per la loro importante funzione di vigilanza e monitoraggio sullo stato di salute di Lavoratrici e Lavoratori attuate attraverso i protocolli di Sorveglianza Sanitaria.

Pensiamo sia necessario una azione politica che tenda ad indagare e rimuovere le cause di questa condizione che assume dimensioni eccezionali nel Vicentino.

A tal fine vi chiediamo di intervenire, naturalmente siamo a disposizione per qualsiasi chiarimento o precisazione. Nel frattempo con il coinvolgimento dei media sensibilizzeremo il territorio ed i cittadini in modo possiate avere il massimo appoggio popolare.

Distinti saluti e buoni giorni.

Raffaele Consiglio

Segretario Generale

 

Allegato:

CISL VICENZA COMUNICATO STAMPA SICUREZZA SUL LAVORO E CARENZA DI PERSONALE NEL VICENTINO È EMERGENZA

Calendario appuntamenti

Aprile 2024
LMMGVSD
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
2930
Bottoni per il cambio del mese
|