In primo piano Altre news Parlano di noi

In primo piano

9/03/2020

CORONA VIRUS


Visto l’aggravarsi della situazione sanitaria il Governo ha emanato un nuovo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri (DPCM del 8 marzo 2020) che divide l’Italia in 2 zone:

  • la Zona Arancione (Lombardia, Piemonte orientale, Alta Emilia, Veneto centrale e Bassa Romagna) per un totale di 26 province, incluse le province venete di Venezia, Padova e Treviso;
  • il resto dell’Italia.

 

FINO AL 3 APRILE 2020 IN TUTTA ITALIA si devono rispettare le seguenti norme:

  • tutti i locali pubblici o uffici o altri luoghi aperti al pubblico che possono rimanere aperti devono far rispettare ai propri clienti / utenti le misure igienico-sanitarie obbligatorie:
    • i bar ed i ristoranti possono rimanere aperti
    • sono chiusi tutti i locali di aggregazione diversi da bar e ristoranti (pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati)
    • le scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private (dagli asili nido alle università) sono chiuse fino al 15 marzo 2020
    • sono aperti gli uffici pubblici e possono rimanere aperti gli uffici privati
    • possono rimanere aperte palestre e piscine
    • i tribunali sono aperti, ma le udienze sono tenute a porte chiuse oppure in videoconferenza, altrimenti rinviate
    • sono vietate le visite presso le case di riposo, IPAB, RSA, strutture di lungodegenza, salvo i casi previsti dalle direzioni sanitarie
    • le chiese possono rimanere aperte, senza cerimonie
  • sono vietati ogni genere di evento alla presenza di pubblico, sono vietati congressi, raduni, eventi e spettacoli (sono chiusi cinema, teatri, stadi, musei); gli eventi sportivi potranno tenersi solo a porte chiuse; gli allenamenti possono continuare a tenersi;
  • il datore di lavoro può prevedere per tutti i propri collaboratori forme di lavoro domiciliare;
  • il datore di lavoro deve favorire la fruizione delle ferie da parte dei dipendenti che ne facessero richiesta;
  • sono sospese tutte le cerimonie civili e religiose, compresi i funerali;
  • è sconsigliato uscire di casa per esigenze che non siano di lavoro, di salute o di necessità;
  • se si ha febbre sopra i 37,5 °C e patologie di infezione respiratoria è necessario stare a casa ed avvertire il proprio medico di base;
  • se si è anziani è fortemente consigliato stare a casa;
  • se si hanno patologie è fortemente consigliato stare a casa;
  • la mascherina va indossata solo se si sospetta di essere malati o si assistono persone malate.

Nella Zona Arancione si potrà uscire di casa solo per andare a lavorare, per questioni di salute o di necessità. Nella Zona Arancione sono vietati ogni genere di assembramento e sono chiuse tutte le attività ludiche e non essenziali. I bar aprono alle 6 e chiudono alle 18. I centri commerciali sono chiusi nel weekend.

 

MISURE IGIENICO-SANITARIE OBBLIGATORIE:

Lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;

  • evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;
  • evitare abbracci e strette di mano;
  • mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro;
  • igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);
  • evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;
  • non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;
  • coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;
  • non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;
  • pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;
  • usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate.

CORONAVIRUS decreto 08.03.2020

Calendario appuntamenti

Giugno 2020
LMMGVSD
01020304050607
08091011121314
15161718192021
22232425262728
2930
Bottoni per il cambio del mese
|