In primo piano Altre news

In primo piano

5/09/2018

La Cisl ed il lascito di Pierre Carniti

“Il lascito di Carniti alla Cisl è importante tanto quanto lo fu quello del nostro fondatore, Giulio Pastore.
Le sue idee forti sono ancora alla base della nostra prassi quotidiana: la contrattazione articolata, la totale autonomia del sindacato, il ruolo dei lavoratori nella società.


Basti pensare che Fondo Solidarietà Veneto nasce come risposta alle stimolazioni di Carniti verso una costante innovazione e potenziamento della contrattazione integrativa”.


Gianfranco Refosco, segretario regionale della Cisl Veneto, ricorda così la figura di Pierre Carniti, il sindacalista scomparso lo scorso 5 giugno, al quale verrà dedicato l’evento “Remare contro corrente” in programma per domani, giovedì 6 settembre, a Mogliano Veneto presso il Double Tree Hotel.


Nel corso dell’incontro verrà presentato un video che, con immagini di repertorio, ripercorrerà l’esperienza sindacale di Carniti dalla prima militanza, a partire dal 1956, nella Fim milanese fino al 1985 quando, a 49 anni lasciò la Cisl con un discorso di commiato al X Congresso.


Nel video alcuni inserti ricorderanno la sua presenza in Veneto: nel 1980 per lanciare il progetto “Lavorare meno, lavorare tutti”, nel 1981 alla manifestazione sindacale seguita all’assassinio dell’ing. Giuseppe Taliercio e poi nel 1984 e 1985 in occasione della lunga battaglia attorno alla scala mobile che si concluse con la vittoria dei No sul referendum promosso dal PCI.


All’evento saranno presenti due compagni di viaggio del leader cislino: Raffaele Morese, con il suo impegno nella FIM, e Luigi Viviani, a capo della Cisl veneta negli stessi anni. Saranno intervistati da alcuni giovani dirigenti del sindacato.