In primo piano Altre news Parlano di noi Foto Video PROCESSO PFAS

Altre news

21/01/2016

Richiedenti asilo e rifugiati: oltre l’emergenza, necessarie vere politiche di accoglienza e inclusione


Si è tenuta ieri presso la Cisl di Vicenza, all’indomani della giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato, la conferenza stampa sul tema così delicato e complesso come quello dell’accoglienza di persone richiedenti asilo e dei rifugiati. «Sosteniamo con forza la necessità di politiche condivise sul nostro territorio. C’è bisogno di andare oltre la visione stretta e inadeguata dell’emergenza, e lavorare insieme – istituzioni preposte, enti locali, organizzazioni del terzo settore – partendo da una scelta comune di solidarietà». È quanto sostengono a un’unica voce i promotori Cisl di Vicenza, Comunità di Sant’Egidio, Centro Astalli (che nella provincia gestisce cinque appartamenti per l’accoglienza di richiedenti asilo) e il sindaco di Santorso, promotore, lo scorso settembre, di un protocollo con la prefettura per favorire nell’Alto Vicentino un’accoglienza diffusa. Ora le quattro realtà si fanno promotrici di un dialogo ampio e aperto, che parte dalla verità dei numeri e si cala nella sostanza dei fatti; che guarda a quelle pratiche funzionanti e riuscite, gestite sul territorio da alcuni enti locali e organizzazioni, come a modelli possibili di accoglienza e inclusione.

«Come Cisl siamo interessati ad accompagnare questo percorso di rete e ad aiutare la costruzione di una governance su questi temi» ha spiegato Gianfranco Refosco, segretario generale provinciale di Cisl Vicenza. «Perché deve proprio cambiare la logica. Il fatto che milioni di persone si spostino per fuggire fame e guerre non è “un fenomeno da affrontare e risolvere”, è un fatto della Storia. Perciò, che ci piaccia o meno, va gestito. E va gestito con programmazione, integrazione e accompagnamento delle persone alla cittadinanza: partendo dalla solidarietà, ma con modalità e criteri seri e concertati insieme». «Un’accoglienza così costruita – ha continuato – fa bene anche al territorio. In primo luogo in termini di investimento che come Vicentino possiamo fare per valorizzare le competenze e le capacità di queste persone, supportandone anche l’inserimento lavorativo. E in secondo luogo anche perché, guardando al calo dei residenti stranieri a Vicenza registrato negli ultimi anni, non possiamo non considerare che questo avrà un’influenza importante sulle dinamiche sociali ed economiche locali».

Calendario appuntamenti

Febbraio 2024
LMMGVSD
   01020304
05060708091011
12131415161718
19202122232425
26272829
Bottoni per il cambio del mese
|